INDOCILI 22/23

INDOCILI è una rassegna cinematografica nata dalla collaborazione tra l'associazione culturale Tafano e il Cinema Beltrade.

Una rassegna interamente dedicata ai giovani registi italiani: l'obiettivo è quello di dare la possibilità ad un pubblico più ampio di vedere in sala film che altrimenti rimarrebbero legati esclusivamente al mondo dei Festival.

L’idea di cinema che Tafano propone è quella di un cinema indocile: un cinema libero, aperto alle contaminazioni e teso verso la ricerca di nuove sperimentazioni.

Ogni appuntamento prevede l'accostamento di un cortometraggio e un lungometraggio accomunati da temi e sensibilità affini: i generi spaziano dal cinema documentario all'animazione fino ad arrivare alle nuove espressioni audiovisive più sperimentali.

Prima delle proiezioni, gli autori e le autrici sono invitati a tenere una masterclass informale presso il Bar Rondò (a pochi passi dal cinema)durante la quale possono parlare del loro cinema e della loro formazione in un dialogo diretto con il pubblico.

Grazie all'importante successo di pubblico e di addetti ai lavori durante la prima edizione, INDOCILI torna con altri sei appuntamenti distribuiti tra ottobre 2022 e febbraio 2023.



INDOCILI is a film festival born from the collaboration between the cultural association Tafano and the Cinema Beltrade.A festival entirely dedicated to young Italian film directors: the aim is to give a wider audience the opportunity to watch films that would otherwise remain exclusively linked to the world of festivals.The idea of  Cinema that Tafano proposes is an unruly cinema: a free cinema, open to contamination and oriented towards new experiments.Each appointment includes a short film and a feature film linked by similar themes and sensibilities: the genres range from documentary cinema to animation up to the new more experimental audiovisual expressions.Before the screenings, the authors are invited to hold an informal masterclass at the Bar Rondò during which they can talk about their cinema and their education in a direct dialogue with the public.Thanks to the important success of the public and professionals during the first edition, INDOCILI returns with six other appointments distributed between October 2022 and February 2023.

18/10/22

PUPUS (Itay, 2021, 33') a film by MIRIAM COSSU – produced by CSC Centro Sperimentale di Cinematografia Sede Sicilia


Borgo Vecchio, Palermo: siamo nel grande universo dell’Opera dei Pupi della tradizione siciliana. Siamo nel piccolo teatro-laboratorio della famiglia Mancuso. Carmelo, figlio puparo, abita questo luogo denso di fantasia e immaginazione. Gioca recitando i versi che già tante volte ha ascoltato durante gli spettacoli: cercando di imitare la voce e il tono adulto del padre, anima i pupi con arcana destrezza. I suoi occhi brillano in quel mondo di favole e marionette, un mondo in cui i pezzi grezzi di legno prendono corpo per narrare, come in un eterno ritorno, le storie cavalleresche d’amore e di guerra. È così che un piccolo uomo alle prime armi di un grande sapere si fa strada verso il proprio avvenire.


Borgo Vecchio, Palermo: we are in the great universe of the Opera dei Pupi of the Sicilian tradition. We are in the small theater-laboratory of the Mancuso family. Carmelo, the son, lives in this place full of fantasy and imagination. He plays by reciting the verses he has already heard many times during the shows: trying to imitate his father's adult voice and tone, he animates the puppets with arcane dexterity. His eyes shine in that world of fairy tales and puppets, a world in which the rough pieces of wood take shape to tell, as in an eternal return, the chivalrous stories of love and war. This is how a little man, novice of great knowledge, makes his way towards his own future.

IL MOMENTO DI PASSAGGIO (Italy, 2021, 68') a film by CHIARA MAROTTA –produced by La Sarraz


Una famiglia, in una comunità religiosa, e una figlia che non ne fa più parte. Poi un nuovo mondo da abitare e una casa da lasciarsi alle spalle. Sono tutti pezzi della vita dell’autrice, che ritorna a casa dopo un periodo di lontananza per affrontare questioni irrisolte insieme a sua nonna, sua madre e sua sorella. È possibile essere una famiglia senza condividere gli stessi valori? È possibile accettarsi?


A family, in a religious community, and a daughter who is no longer part of it. Then a new world to live in and a home to leave behind. They are all pieces from the life of the author, who returns home after a period away to tackle unresolved issues together with her grandmother, mother and sister. Is it possible to be a family without sharing the same values? Is it possible to accept yourself?

8/11/22

UNA VOLTA ANCORA (Itay, 2022, 18') a film by GIULIA DI MAGGIO – produced by CSC Centro Sperimentale di Cinematografia Sede Sicilia


Un viaggio stravagante attraverso le stagioni di una spiaggia, dai suoi deserti sconfinati alle pittoresche folle estive. Nessuna parola, solo i rumori di tre insolite esistenze: la dura vita di una cabina da spiaggia, l’occhio premuroso di una telecamera di sorveglianza e la tenacia di un’ottantenne spericolata.


An extravagant journey through the seasons of a beach, from its boundless deserts to picturesque summer crowds. No words, only the noises of three unusual existences: the hard life of a beach hut, the attentive eye of a surveillance camera and the tenacity of a reckless 80-year-old.

BADABO' (Itay, 2022, 52') a film by STEFANO CAU – produced by Terra de Punt


Rossella è una musicista che a causa dell’annullamento di tutti i concerti estivi, costretta a cercare un altro lavoro, viene assunta come assistente geriatrica a domicilio. Si dovrà adattare a una quotidianità lenta, di attese e di abitudini talmente sedimentate nel tempo che diventano quasi riti, di grande libertà acquisita con l’anzianità, e insieme di grandi limiti imposti dagli stanchi corpi. Anziani che giocano a carte, anziani seduti a prendere il sole nelle panchine della piazza del paese, anziani che aspettano - non si sa bene cosa - e Rossella che cerca di dare un senso allo stare lì. Mentre ci prova si rende conto, forse, di ciò che li rende simili e di ciò che ancora li divide.


Rossella is a musician who due to the cancellation of all summer concerts, forced to look for another job, is hired as a home geriatric assistant. You will have to adapt to a slow everyday life, of expectations and habits so settled over time that they become almost rituals, of great freedom acquired with old age, and at the same time of great limits imposed by tired bodies. Seniors playing cards, seniors sitting sunbathing on the benches in the town square, seniors waiting - no one knows what - and Rossella trying to make sense of being there. While trying, perhaps he realizes what makes them similar and what still divides them.

INDOCILI 22/23

INDOCILI è una rassegna cinematografica nata dalla collaborazione tra l'associazione culturale Tafano e il Cinema Beltrade.

Una rassegna interamente dedicata ai giovani registi italiani: l'obiettivo è quello di dare la possibilità ad un pubblico più ampio di vedere in sala film che altrimenti rimarrebbero legati esclusivamente al mondo dei Festival.

L’idea di cinema che Tafano propone è quella di un cinema indocile: un cinema libero, aperto alle contaminazioni e teso verso la ricerca di nuove sperimentazioni.

Ogni appuntamento prevede l'accostamento di un cortometraggio e un lungometraggio accomunati da temi e sensibilità affini: i generi spaziano dal cinema documentario all'animazione fino ad arrivare alle nuove espressioni audiovisive più sperimentali.

Prima delle proiezioni, gli autori e le autrici sono invitati a tenere una masterclass informale presso il Bar Rondò (a pochi passi dal cinema)durante la quale possono parlare del loro cinema e della loro formazione in un dialogo diretto con il pubblico.

Grazie all'importante successo di pubblico e di addetti ai lavori durante la prima edizione, INDOCILI torna con altri sei appuntamenti distribuiti tra ottobre 2022 e febbraio 2023.



INDOCILI is a film festival born from the collaboration between the cultural association Tafano and the Cinema Beltrade.A festival entirely dedicated to young Italian film directors: the aim is to give a wider audience the opportunity to watch films that would otherwise remain exclusively linked to the world of festivals.The idea of  Cinema that Tafano proposes is an unruly cinema: a free cinema, open to contamination and oriented towards new experiments.Each appointment includes a short film and a feature film linked by similar themes and sensibilities: the genres range from documentary cinema to animation up to the new more experimental audiovisual expressions.Before the screenings, the authors are invited to hold an informal masterclass at the Bar Rondò during which they can talk about their cinema and their education in a direct dialogue with the public.Thanks to the important success of the public and professionals during the first edition, INDOCILI returns with six other appointments distributed between October 2022 and February 2023.

18/10/22

PUPUS (Itay, 2021, 33') a film by MIRIAM COSSU – produced by CSC Centro Sperimentale di Cinematografia Sede Sicilia


Borgo Vecchio, Palermo: siamo nel grande universo dell’Opera dei Pupi della tradizione siciliana. Siamo nel piccolo teatro-laboratorio della famiglia Mancuso. Carmelo, figlio puparo, abita questo luogo denso di fantasia e immaginazione. Gioca recitando i versi che già tante volte ha ascoltato durante gli spettacoli: cercando di imitare la voce e il tono adulto del padre, anima i pupi con arcana destrezza. I suoi occhi brillano in quel mondo di favole e marionette, un mondo in cui i pezzi grezzi di legno prendono corpo per narrare, come in un eterno ritorno, le storie cavalleresche d’amore e di guerra. È così che un piccolo uomo alle prime armi di un grande sapere si fa strada verso il proprio avvenire.


Borgo Vecchio, Palermo: we are in the great universe of the Opera dei Pupi of the Sicilian tradition. We are in the small theater-laboratory of the Mancuso family. Carmelo, the son, lives in this place full of fantasy and imagination. He plays by reciting the verses he has already heard many times during the shows: trying to imitate his father's adult voice and tone, he animates the puppets with arcane dexterity. His eyes shine in that world of fairy tales and puppets, a world in which the rough pieces of wood take shape to tell, as in an eternal return, the chivalrous stories of love and war. This is how a little man, novice of great knowledge, makes his way towards his own future.

IL MOMENTO DI PASSAGGIO (Italy, 2021, 68') a film by CHIARA MAROTTA –produced by La Sarraz


Una famiglia, in una comunità religiosa, e una figlia che non ne fa più parte. Poi un nuovo mondo da abitare e una casa da lasciarsi alle spalle. Sono tutti pezzi della vita dell’autrice, che ritorna a casa dopo un periodo di lontananza per affrontare questioni irrisolte insieme a sua nonna, sua madre e sua sorella. È possibile essere una famiglia senza condividere gli stessi valori? È possibile accettarsi?


A family, in a religious community, and a daughter who is no longer part of it. Then a new world to live in and a home to leave behind. They are all pieces from the life of the author, who returns home after a period away to tackle unresolved issues together with her grandmother, mother and sister. Is it possible to be a family without sharing the same values? Is it possible to accept yourself?

8/11/22

UNA VOLTA ANCORA (Itay, 2022, 18') a film by GIULIA DI MAGGIO – produced by CSC Centro Sperimentale di Cinematografia Sede Sicilia


Un viaggio stravagante attraverso le stagioni di una spiaggia, dai suoi deserti sconfinati alle pittoresche folle estive. Nessuna parola, solo i rumori di tre insolite esistenze: la dura vita di una cabina da spiaggia, l’occhio premuroso di una telecamera di sorveglianza e la tenacia di un’ottantenne spericolata.


An extravagant journey through the seasons of a beach, from its boundless deserts to picturesque summer crowds. No words, only the noises of three unusual existences: the hard life of a beach hut, the attentive eye of a surveillance camera and the tenacity of a reckless 80-year-old.

BADABO' (Itay, 2022, 52') a film by STEFANO CAU – produced by Terra de Punt


Rossella è una musicista che a causa dell’annullamento di tutti i concerti estivi, costretta a cercare un altro lavoro, viene assunta come assistente geriatrica a domicilio. Si dovrà adattare a una quotidianità lenta, di attese e di abitudini talmente sedimentate nel tempo che diventano quasi riti, di grande libertà acquisita con l’anzianità, e insieme di grandi limiti imposti dagli stanchi corpi. Anziani che giocano a carte, anziani seduti a prendere il sole nelle panchine della piazza del paese, anziani che aspettano - non si sa bene cosa - e Rossella che cerca di dare un senso allo stare lì. Mentre ci prova si rende conto, forse, di ciò che li rende simili e di ciò che ancora li divide.


Rossella is a musician who due to the cancellation of all summer concerts, forced to look for another job, is hired as a home geriatric assistant. You will have to adapt to a slow everyday life, of expectations and habits so settled over time that they become almost rituals, of great freedom acquired with old age, and at the same time of great limits imposed by tired bodies. Seniors playing cards, seniors sitting sunbathing on the benches in the town square, seniors waiting - no one knows what - and Rossella trying to make sense of being there. While trying, perhaps he realizes what makes them similar and what still divides them.